Terapia fisica

Con questo termine si intende l'utilizzo di energie fisiche (presenti o riproducibili nel mondo fisico) a scopo terapeutico. Negli ultimi 20 anni la continua evoluzione della tecnologia ha portato alla produzione di macchinari sempre più efficaci e privi di rischi per i pazienti.
È importante premettere che:

  • non esiste un macchinario miracoloso, gli strumenti rappresentano solo uno degli aspetti della riabilitazione. Sono mezzi terapeutici da affiancare alle varie manovre e tecniche di terapia manuale e di riabilitazione;
  • la fisioterapia non è un concetto moderno. Si ritiene infatti che già nell'antichità medici quali Ippocrate e successivamente Galeno utilizzassero tecniche di massaggio, di terapia manuale e idroterapia già nel 480 a.C., ma anche la elioterapia era conosciuta dagli antichi egizi e le cure termali rappresentavano per greci e romani antichi una terapia insostituibile. Con lo sviluppo dell'ortopedia durante il diciottesimo secolo, si iniziò a curare la gotta e disturbi simili sviluppando esercizi sistematici delle articolazioni che anticipavano i successivi sviluppi della fisioterapia;
  • alla base di un corretto percorso fisioterapico c'è sempre una accurata diagnosi medica che consegue ad un’approfondita visita fisiatrica e medico-sportiva (nel caso si tratti di un problema che affligge un atleta). Solo così il medico è in grado di definire se la patologia in questione rientra nel campo medico fisioterapeutico o se al contrario il problema non è risolvibile con queste metodiche e bisogna ricorrere alla chirurgia. Inoltre individua un obiettivo terapeutico razionalmente raggiungibile (purtroppo non tutti i problemi possono essere risolti con una completa "restitutio ad integrum " come ad esempio in conseguenza di gravi traumi sportivi o stradali).
    Il medico imposta anche un corretto iter terapeutico riabilitativo, rispettoso della sintomatologia accusata dal paziente caratterizzato da una serie di step di interventi con un aumento graduale delle sollecitazioni terapeutiche fino al raggiungimento del risultato prefisso. In questo contesto tra le varie tecniche terapeutiche, acquistano un’importanza fondamentale le terapie fisiche, poiché in grado di abbattere il dolore e il flogosi dei tessuti lesionati.

Le terapie fisiche da noi effettuate sono le seguenti:

  • Laser Terapia
  • Magnetoterapia
  • Ultrasuoni terapia
  • Stimolazione elettrica nervosa transcutanea
  • Correnti diadinamiche
  • Ionoforesi
  • Elettrostimolazione muscolare
  • Infrarossi

 

Classificazione della fisioterapia strumentale

Le forze fisiche più utilizzate per ottenere una risposta biologica sul tessuto lesionato sono rappresentate da:

  • energia termica (termoterapia con applicazione diretta di caldo, diatermoterapia, tecarterapia e crioterapia con applicazione di ghiaccio);
  • energia elettrica (con applicazioni di modiche quantità di correnti elettriche, nelle varie forme, ionoforesi, elettrostimolazione ed elettroterapia computerizzata);
  • energia meccanica delle onde sonore (ultrasuonoterapia e onde d'urto);
  • energia magnetica (magnetoterapia);
  • energia elettromagnetica (laserterapia, elettromagnetoterapia, fototerapia a raggi infrarossi, diatermoterapia, ipertermia).
Terapie con ultrasuoni
Ultrasuoni
Share by: